Categoria: Notizie

Home Notizie
Articolo

il Parco Nord cresce..

Dal sito di Dialogonews apprendiamo che ll Parco Nord continua a crescere. Dopo la decisione del Comune di Cinisello Balsamo di inserivi le aree di Sant Eusebio ora sono le aree del parco della Balossa di Ospitaletto di Cormano. Bene. Così altre aree verdi avranno un vincolo di tutela più forte di quelle inserite in un semplice PLIS. Forse è il caso di ragionare anche sulle nostre aree e sul destino del nostro PLIS Grubria.

” BRESSO – Lo spazio di verde del Parco Nord cresce di altri 22 ettari di terreno acquisiti dal parco della Balossa, area che si mette a disposizione dei cittadini che frequentano il polmone di verde più grande della provincia. E’ stato lo stesso presidente del parco Marzio Marzorati a mettere il cartello nella zona nuova con su scritto “proprietà di tutti”. Un terreno tra Cormano e Nova Milanese.

In questo modo andare a piedi o in bicicletta diventa sempre più un’opportunità all’interno di aree verdi ricche di vegetazione, animali e aria buona. Il sindaco di Cormano Luigi Magistro ha sottolineato questa collaborazione con il Parco Nord che porta ad avere più spazio per i cittadini. Occorre tenere conto che in questo modo l’utilizzo del parco della Balossa diventa una cosa unica con il Parco Nord e andare in bici è già possibile.

I ciclisti possono già utilizzare la pista ciclabile dallo svincolo della “Milano-Meda” della rotonda tra via dei Giovi e via Gramsci al ponte dell’autostrada A4 verso il capolinea M3 Comasina, nella zona sud di Cormano: sotto il cavalcavia, all’altezza dell’impianto semaforico, è già possibile raggiungere anche la pista ciclabile di via Torino …

Articolo

Tranvia Milano-Limbiate: a che punto siamo?

Il sito di “Prima Monza” di ieri informa sullo stato della tranvia Milano-Limbiate:

Tranvia Milano-Limbiate, nuova lettera dei comitati dei pendolari al ministro Salvini

I portavoce di Utp e del Gruppo Facebook “Salviamo il tram della Comasina” scrivono al ministro per avere informazioni riguardo all’iter che porterà all’indizione della gara d’appalto per la riqualificazione della tranvia

I comitati dei pendolari della tranvia Milano-Limbiate tornano a scrivere al ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo SalviniMauro Anzani dell’Associazione Utenti del Trasporto Pubblico (UTP) e Michele Reggiani del Gruppo Facebook “Salviamo il tram della Comasina” incalzano il Governo riguardo l’iter che porterà all’indizione della gara d’appalto per la riqualificazione della tranvia Milano-Limbiate, chiusa dal 30 settembre 2022.

Tranvia Milano-Limbiate, nuova lettera dei comitati dei pendolari al ministro Salvini

“Le scriviamo per avere informazioni riguardo all’iter che porterà all’indizione della gara d’appalto per la riqualificazione della tranvia Milano-Limbiate – si legge nella lettera inviata dai comitati al ministro. Ci risulta che nel mese di dicembre 2023 sia stato approntato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) il Decreto Ministeriale per il finanziamento aggiuntivo di 88 milioni necessario per l’indizione della gara d’appalto. Sembrava quindi che già a gennaio il Comune di Milano, tramite Metropolitana Milanese (MM), potesse procedere in tal senso. Siamo a febbraio ma nulla è accaduto. Ci è stato detto che tutto sarebbe pronto ma il Decreto Ministeriale di cui sopra non sarebbe ancora stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (anche noi non l’abbiamo trovato). Mancando questo atto con il relativo impegno contabile, non si potrebbe procedere”.

Da qui le richieste al ministro:

“Le chiediamo quindi se il

Articolo

Ancora sul Ponte..

Comunicato dell’Amministrazione comunale sulla pagina facebook:

“Il ponte che collega le vie Camposanto e Battisti continua a essere transitabile in entrambi i sensi di marcia.

Nella giornata di domenica scorsa si è svolto un sopralluogo a seguito di segnalazioni sul malfunzionamento di un altro ancoraggio su uno dei giunti stradali e, considerata la posizione, in via temporanea è stato possibile posare una piastra per consentire la normale percorribilità.

Già a seguito del secondo episodio, l’ufficio tecnico comunale aveva avviato un procedimento di verifica sulla posa di tutti i giunti stradali installati sul ponte a seguito dei lavori di riqualificazione, ritenendo ‘non episodici’ i problemi di fissaggio riscontrati.

Nella giornata di ieri si sono svolti incontri con i professionisti coinvolti nelle fasi dell’intervento, la direzione lavori e l’impresa esecutrice ed è stato richiesto con urgenza un sopralluogo congiunto con l’azienda fornitrice dei giunti stradali al fine di verificare le tecniche di ancoraggio utilizzate.

👉𝐋’𝐢𝐧𝐭𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐀𝐦𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐞̀ 𝐪𝐮𝐞𝐥𝐥𝐨 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐝𝐢𝐯𝐢𝐝𝐮𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐜𝐚𝐮𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐬𝐨𝐥𝐥𝐞𝐯𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐚𝐧𝐜𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢 𝐞 𝐩𝐫𝐨𝐜𝐞𝐝𝐞𝐫𝐞 𝐜𝐨𝐧 𝐮𝐧 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐯𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐫𝐢𝐬𝐨𝐥𝐮𝐭𝐢𝐯𝐨 𝐬𝐮 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐢 𝐢 𝐠𝐢𝐮𝐧𝐭𝐢, 𝐝𝐞𝐟𝐢𝐧𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐚𝐥 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐞𝐦𝐩𝐨 𝐭𝐞𝐦𝐩𝐢𝐬𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐞 𝐫𝐞𝐬𝐩𝐨𝐧𝐬𝐚𝐛𝐢𝐥𝐢𝐭𝐚̀.

Articolo

Dicono di noi..

Dal sito “Dialogonews” di ieri. Si parla ancora del ponte sulla via Camposanto:

Paderno, rischi per la viabilità sul ponte rifatto di via Camposanto: chiusura parziale per le riparazioni?

PADERNO – Non c’è tregua per il ponte di via Camposanto e via Battisti, rifatto dopo due anni di lavori ed ora con problemi di tenuta dei giunti tanto che ci sono stati due interventi riparatori il 10 e 20 gennaio scorsi. Ora, dopo le numerose segnalazioni degli automobilisti, che al loro passaggio sentono “strani cigolii”, si sta pensando di intervenire ancora sul ponte per verificare la tenuta dei giunti.

Sui social ci sono molti commenti di critica sull’esecuzione dei lavori e si mette sotto accusa la giunta Casati per non avere controllato con i tecnici l’esecuzione dei lavori e la garanzia che tutto fosse in ordine, senza rischi che ci possano essere incidenti. La battuta di una cittadina racchiude tutta la tristezza di questa opera, frutto di due anni di lavori con molti disagi per i cittadini, costi ed ora malfunzionante: “Le piramidi hanno tremila anni eppure sono integre; com’è possibile che un ponte nuovo presenti tutti questi difetti? Cosa aspetta l’opposizione a presentare una denuncia alla Procura?“. Ci sono automobilisti che per paura di crolli non passano più sul ponte.

Dopo la segnalazione degli automobilisti sono intervenuti sul ponte la polizia municipale, l’assessore ai lavori pubblici Giorgio Rossetti ed i tecnici comunali. La decisione sembra essere di limitare il traffico su una corsia per dare modo d’intervenire a rinforzare i giunti di ancoraggio che provocano rumore.”