Categoria: Politica

Home Politica
Articolo

DE Simone è il quarto candidato sindaco

Previsioni confermate. C’è il quarto candidato a Sindaco di Paderno Dugnano. Ed è di destra. Il settimane il Cittadino di Monza e Brianza oggi apre così:

Elezioni a Paderno: De Simone è il quarto candidato, corsa a due nel centrodestra

Paderno Dugnano ha un quarto candidato sindaco: è Mauro De Simone, a capo di una lista che riunisce gli scontenti di Fratelli d’Italia.

 Paderno Dugnano Mauro De Simone

Paderno Dugnano ha un quarto candidato sindaco: Mauro De Simone, rappresentante di quella parte della sezione di Fratelli d’Italia recentemente estromessa dalla direzione del circolo locale del partito, sarà in corsa come sindaco l’8 e 9 giugno.

La lista che sostiene De Simone si chiamerà “Alleanza per Paderno Dugnano De Simone Sindaco” e coagula tutti gli scontenti di FdI la cui sezione è stata commissariata dal Provinciale a seguito del rifiuto ad accettare la candidatura di Roberto Boffi, che invece guiderà la coalizione FdI-Forza Italia-Lega-lista civica Paderno Dugnano Cresce. Quindi, almeno al primo turno si profila una corsa a due nel centrodestra e a questo scenario potrebbe aggiungersi la discesa in campo dell’attuale vice sindaco Giovanni Di Maio, dato in allontanamento dalla maggioranza di centrosinistra e che, 5 anni fa, era alleato proprio con De Simone al primo turno.

Elezioni a Paderno: De Simone è il quarto candidato, in attesa della decisione di Giovanni Di Maio

Cosa farà Di Maio? Potrebbe allearsi con De Simone oppure aderire alla coalizione che sostiene Boffi, alla quale però fin da ora chiede la carica di vice sindaco? 

«Stiamo aspettando una sua decisione – spiega Fabrizio Riboldi, …

Articolo

Fratelli d’Italia esplode..

Il comunicato dell’ex Presidente, e dei membri del direttivo del Circolo di Fratelli d’Italia di Paderno Dugnano, è chiaro.

La sezione è stata commissariata con un “ordine calato dall’alto” (da Alparone).

La sezione però non accetta la candidatura di Roberto Boffi” definito “un personaggio proveniente dalla sinistra radicale padernese”. Insomma un cambia-bandiera interessato.

Ma la minaccia sta nella chiusura del comunicato: “Noi non ci arrendiamo e saremo presenti scendendo in campo”. In arrivo un lista di dissidenti?

Il panorama politico locale si fa interessante.

Articolo

Forse non è Boffi..

Le indiscrezioni e le voci (autorevoli) sono confermate.

Boffi non è il candidato di tutto il centrodestra. Anzi la sezione di Fratelli d’Italia di Paderno Dugnano, ha indicato un altro nome per la candidatura a Sindaco.

E adesso è guerra aperta tra la sezione territoriale locale che ha, statutariamente, il diritto di decidere il candidato e il provinciale di Fratelli d’Italia, condizionato da qualche satrapo che concepisce il territorio (e il consenso) come un “bene” di uso personale.

Fratelli d’Italia di Paderno Dugnano scopre sulla propria pelle che il medioevo, con i suoi feudi e vassalli, e il fascismo, con i podestà nominati dall’alto, non sono morti. E adesso si ritorcono contro di loro. Viva la democrazia.…

Articolo

Alleanza Verdi Sinistra: elezioni europee 2024

Articolo di Ottorino Pagani:

Alleanza Verdi Sinistra: elezioni europee 2024.

Abbiamo deciso di aprire così la campagna delle elezioni europee, con immagini realizzate utilizzando l’intelligenza artificiale, ma dannatamente concrete.

Gli assetti politici dell’Europa che verranno fuori dal voto di giugno determineranno per davvero la vita in Italia e in Europa per i prossimi 50 o 60 anni. Mai come in questo periodo storico, infatti, le scelte sono decisive.

Abbiamo ancora pochissimo tempo per invertire la rotta di un treno che purtroppo è già partito e va verso il disastro ambientale e sociale. Il limite dell’aumento di 1.5 gradi di temperatura è quasi superato, dobbiamo  ridurre le emissioni del 55% al 2030 e raggiungere la neutralità climatica nel 2050, così come è urgente fermare le disuguaglianze che stanno provocando ogni giorno milioni di nuovi poveri. A questo si aggiungano la guerra e le spese militari in vertiginoso aumento.

La nostra generazione è chiamata a intervenire per cambiare un destino che sembra segnato. Si sarebbe dovuto già fare ieri e non è stato fatto. Allora il tempo migliore per farlo è oggi.

Si badi: abbiamo utilizzato solo alcune immagini possibili di un incubo possibile, nemmeno così lontano nel tempo. La destra e i megafoni della destra lo definiscono spesso terrorismo ideologico, ma loro sono i negazionisti del clima. Però sappiano che avremmo potuto usare immagini di guerra, che né Macron né Von Der Layen hanno escluso nelle scorse ore; così come avremmo potuto parlare di una recente ricerca dell’Università del New Messico, che ha accertato la presenza di micro-plastiche nella placenta degli esseri umani e nelle arterie. Prodotti dell’industria alimentare