Il 2 giugno 2024 di Sinistra per Paderno Dugnano

2 Giugno 2024

Ieri giornata intensa per la Lista Sinistra per Paderno Dugnano. Al mattino una forte presenza alla manifestazione istituzionale organizzata dall’amministrazione comunale. A Paderno Dugnano la Repubblica, nata dalla Resistenza e dall’antifascismo è un valore sentito dai più. Non come nella vicina Cormano dove il sindaco (di Cormano Cresce),ha vietato la manifestazione istituzionale con un pretesto inconcepibile. Ma così, a volte, è il centrodestra. Poi nel pomeriggio un percorso urbano sulle tracce della Repubblica ,organizzato da ANPI, ha condotto decine di cittadine per le vie del centro cittadino.

Infine nel pomeriggio la coalizione si è ritrovata presso il centro sportivo di via Toti con la candidata sindaco Anna Varisco.

Il nostro futuro..

***

Ieri sera c’è stato il primo confronto programmatico tra i quattro candidati a sindaco della Città di Paderno Dugnano.Tra i quattro non c’è dubbio alcuno che Anna Varisco è la persona più adatta a ricoprire la carica di sindaco. Il dibattito, per quanto troppo compresso nella impostazione organizzativa, non riusciva a far esprimere i candidati compiutamente.

Non è stato possibile affrontare una tema che ritengo cruciale. Quello del rapporto tra la nostra città e l’area metropolitana. Mi spiego. Io mi aspetto che il futuro Sindaco sappia, tra l’altro, confrontarsi con i “poteri ”che condizionano e limitano il futuro di ogni città della area metropolitana milanese. Poteri che tendono a ridurre le città a dormitori funzionali solo a Milano. Facile a dirsi più difficile a farsi. Però bisogna sapere che questo è il problema dei problemi.

Ora è evidente che serve una Amministrazione comunale forte, con relazioni politiche solide, che sappia far valere la qualità e l’identità del nostro territorio che non può continuare ad essere concepito dalla “Grande Milano” (per semplificare) come il ricettacolo dei problemi dei milanesi. Bisogna rovescire il ragionamento che sembra prevalente.Noi dobbiamo partire da “cosa serve alla nostra città” non dalle richieste che vengono da altri. Qualche esempio per capirci.

A Paderno servono le vasche di laminazione o queste servono a Niguarda ?

A Paderno serviva l’ampliamento della Rho-Monza o serviva al traffico di attraversamento del nord Milano?

A Paderno serve la Pedemontana o serve al traffico della Lombardia?

A Paderno servono le chiusure dei passaggi a livello e lo”sventramento” dei centri di Palazzolo, Dugnano e Paderno o servono alle politiche delle FNM ?…

Una giornata particolare..

Ieri 28 maggio ho partecipato alla full-immersion della Lista Sinistra per Paderno Dugnano che ha messo in campo le sue energie migliori.

Al mattino al mercato di Paderno con la candidata sindaca Anna Varisco e il candidato di AVS (Alleanza Verdi-Sinistra) alle elezioni Europee M. Smeriglio.

Al pomeriggio all’incontro, in piazza della Resistenza, con il segretario di Sinistra Italiana N. Fratoianni e la candidata sindaca Anna Varisco .

Non è mancata l’occasione per una pausa, al bar Commercio, con Roccisano, segretario milanese di SI, Toppi Giancarlo dello SPI-CGIL di Paderno e Nicola Fratoianni.

Per il LAVORO ci metto..

Continua e si estende la campagna della CGIL per la raccolta di firme per promuovere 4 Referendum sul LAVORO.

Lo slogan è “Per il Lavoro ci metto la FIRMA “e, oltre alla raccolta già in corso, ci sarà un’occasione straordinaria Mercoledì 29 maggio dalle ore 8,30 alle ore 12 al banchetto davanti alla sede della CGIL di Paderno Dugnano  in via Roma 68.

I quattro Referendum sono finalizzati ad ottenere un LAVORO sicuro, stabile dignitoso e tutelato.

Per firmare basta un documento d’identità.