Rispuntano “i comunisti” con un ta-tse-bao

Listener

Segnalo questo ta-tse-bao perché rappresenta una curiosità comunicativa o una risposta nell’epoca delle ICT (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) quando tutta la comunicazione politica  e personale sembra dover essere in modalità tecnologica: via web,con facebook o whatsapp..o altro. Inoltre questo manifesto affisso “abusivamente” sulle colonne della piazza del  mercato di Palazzolo annuncia anche il ritorno,domenica 18 ottobre ore 10 all’Auditorium Tilane, dei comunisti a Paderno o meglio di un “gruppo comunista di Paderno Dugnano”,non meglio identificato. Manifesto affisso”abusivamente”perchè a Paderno Dugnano la libertà d’espressione politica è stata talmente regolamentata dal centrodestra che ogni attività rischia di diventare “abusiva” se non rispetta le regole di un assurdo Regolamento comunale,che va cambiato.

La posta in gioco è l'art.21 della Costituzione italiana

errideluca9

 

Erri De luca è stato assolto ,dal Tribunale di Torino “perche’ il fatto non sussiste”, dall’accusa di istigazione a delinquere che gli era stata contestata per aver detto che la Tav va sabotata. Un concetto che lo scrittore ha ribadito stamattina in aula prima che il giudice si ritirasse per decidere. L’imputazione scaturiva da alcune frasi sui sabotaggi della Tav Torino-Lione rilasciate alla stampa.”Mi sono trovato in una lunga sala d’attesa, adesso e’ finita”, e’ stato il primo commento di De Luca dopo la sentenza. “Rimane -ha proseguito- la grande solidarieta’ delle persone che mi hanno sostenuto in Italia e in Francia. In Francia, addirittura, a tutti i piu’ alti livelli istituzionali. Questo tribunale era un avamposto affacciato sul presente prossimo del nostro Paese”, ha commentato ancora De Luca, secondo cui “l’assoluzione mi ribadisce il vigore dell’articolo 21 della Costituzione, che garantisce la piu’ ampia liberta’ di espressione ai cittadini”.

           * * *

Sarei pre­sente in quest’aula anche se non fossi io lo scrit­tore incri­mi­nato per istigazione.

Aldilà del mio tra­scu­ra­bile caso per­so­nale, con­si­dero l’imputazione con­te­stata un espe­ri­mento, il ten­ta­tivo di met­tere a tacere le parole con­tra­rie. Per­ciò con­si­dero quest’aula un avam­po­sto affac­ciato sul pre­sente imme­diato del nostro paese.

Svolgo l’attività di scrit­tore e mi ritengo parte lesa di ogni volontà di censura.

Sono incri­mi­nato per un arti­colo del codice penale che risale al 1930 e a quel periodo della sto­ria d’Italia. Con­si­dero quell’articolo supe­rato dalla suc­ces­siva ste­sura della Costi­tu­zione della Repub­blica. Sono in quest’aula per sapere se quel testo è in vigore e pre­va­lente o se il capo di accusa avrà potere di sospen­dere e inva­li­dare l’articolo 21 …

Code e caos a Paderno al passaggio a livello

timthumb

 

Secondo quanto riferisce il Notiziario on line di oggi vi sono stati:

“Treni rallentati all’altezza di Paderno Dugnano per oltre un’ora poco prima di mezzogiorno. A causa di un veicolo in transito, è stata danneggiata una barriera del passaggio a livello del centro città. Immediatamente sono intervenuti i tecnici di Ferrovienord per provvedere al suo ripristino e nel frattempo regolare la viabilità ferroviaria in un punto al collasso a causa della presenza di due cantieri per l’adeguamento della rete fognaria. Si tratta dello stesso intervento avviato due settimane fa che ha causato il blackout del centro cittadino per un intero pomeriggio a causa di un cavo dell’elettricità tranciato dai mezzi da lavoro. Da sabato mattina la viabilità locale è stata ulteriormente modificata per consentire l’ultima tranche di interventi la cui conclusione è prevista entro fine mese. La marcia dei treni in transito da Paderno è tornata lentamente alla regolarità dopo le 13.”

Verso il Consiglio comunale intensa attività amministrativa

cbk

 

Diamo di seguito gli appuntamenti amministrativi in preparazione del prossimo Consiglio Comunale.Si ricorda che i lavori delle Commissioni consiliari sono aperte al pubblico che può assistere ma non intervenire,come al Consiglio Comunale.

La Commissione Legalità si riunisce martedì 20 ottobre alle ore 18.30 presso la sala giunta per ascoltare David Gentili che presenterà AVVISO  PUBBLICO  e le esperienze del Consiglio Comunale di Milano.

La Commissione Servizi si riunisce mercoledì 21 ottobre alle ore 18.30 presso la sala giunta con il seguente ordine del giorno: 1) approvazione verbale seduta precedente; 2) proposta di regolamento per l’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di volontà per i trattamenti sanitari e approvazione delle modalità operative. 

La Commissione Bilancio del Comune di Paderno si riunisce mercoledì 21 alle ore 18,30 presso l’aula consiliare di Cinisello Balsamo in maniera  congiunta con quelle dei Comuni di Bresso, Cormano, Cologno, Cusano, Sesto e Cinisello per esaminare la bozza della Convenzione per la costituzione di una Centrale Unica di Committenza (prevista da L. 23 giugno 2014 n. 89, norma per la  spending review).

Una finanziaria con poche luci l'opinione di Bersani,secondo il quotidiano Affaritaliani.it

bersani-ape--4-10

La finanziaria non è ancora testo pubblico. Ci sono le dichiarazioni di Renzi e qualche slide. C’è questa cattiva abitudine di approvare un testo base e poi scrivere nei giorni seguenti il disegno di legge,si che spesso nei dettagli si scoprono cattive sorprese.Due tra tutte, al momento: la penalizzazione di 300 milioni per i comuni d’Italia e pochissime risorse per i contratti dei dipendenti pubblici.Torneremo con calma ad analizzare questo seconda finanziaria “renziana”che già ha ricevuto il plauso di Confindustria e Confcommercio e le critiche di Fassino (ANCI) e dei Sindacati.”Dimmi con chi vai…”

“Renzi dovrebbe usare argomenti che, almeno, non insultino l’intelligenza degli italiani”. Pier Luigi Bersani, dai microfoni di ‘Ho scelto Cusano’ su Radio Cusano Campus, torna all’attacco del presidente del Consiglio sul tema dell’innalzamento del tetto all’uso del contante previsto in Stabilita’: “Uno che ha 3mila euro per fare un acquisto – spiega l’ex segretario Pd – ha sicuramente la carta di credito in tasca. E’ che non vuole usarla. Semplificazione? E’ piu’ semplice usare la carta di credito che sfogliare 3mila euro in contanti”. “Dobbiamo correggerla – avverte – questa decisione, perche’ da’ un segnale molto preoccupante. L’evasione nel nostro Paese e’ un fenomeno colossale, non e’ il caso di aggredirlo con meccanismi terroristici, ma con gli strumenti di oggi: a cominciare dalla tracciabilita’ dei pagamenti. Negli Stati Uniti se vai a pagare un albergo in contanti chiamano lo sceriffo”.  “Speravo non succedesse. Per me questo intervento contiene un elemento di fondo negativo. Cosa intendiamo per cambiamento del Paese? Bisogna incanalare i comportamenti verso un sistema di regole. Noi abbiamo un’economia sommersa, un nero, un’evasione e